SCUOLA. NEL 2009 TAGLI PER 42.100 POSTI, SINDACATI IN ALLARME

(DIRE - notiziario Minori) Roma, 12 feb. - E 2mila in meno
saranno gli specialisti di inglese destinati a ridursi
ulteriormente nel 2010 (-4.500 posti) e nel 2011 (meno 4.700)
visto che il ministero intende progressivamente sostituirli con
l'insegnante prevalente che sara' formato anche per insegnare
questa materia. Alle medie i posti in bilico per il 2009 sono
16.528, solo sulla riduzione del tempo prolungato che sara'
mantenuto dove strettamente necessario saranno risparmiati 5.851
posti. E anche per i presidi la scure del ministero prevede
tagli: ci sara' l'accorpamento di 700 scuole "per un
corrispondente numero di dirigenti in meno".
Oggi, all'incontro con il ministro la Uil chiedera' "che si
tenga conto- spiega il segretario generale Massimo Di Mennadelle
reali necessita' delle scuole nel disporre gli organici".
Ma anche che siano indicate "al piu' presto" le ricadute pratiche
dei tagli nelle scuole. I primi a fare le spese delle riduzioni,
infatti, saranno i precari, ma anche per i docenti di ruolo ci
saranno novita' che i sindacati vogliono conoscere per tempo. La
Uil chiedera' di sapere anche "la distribuzione regione per
regione delle riduzioni. E i tagli- chiude Di Menna- dovrebbero
essere spalmati di piu': con il rinvio della riforma delle
superiori la mannaia calera' in modo drastico su medie e
elementari"