Latina, arrestato insegnante scuola media di Fondi accusato di abusi sessuali su ragazzine

Questo insegnante di 50 anni della scuola media Garibaldi di Fondi, si trova ora ai domiciliari. E' un'inizio di anno costellato da casi di abuso e violenze sugli alunni da parte di insegnanti e bidelli delle scuole di ogni odine e grado. Oggi si apre a Scicli anche il processo per un professore del liceo e ieri si è aperto quello al bidello catechista Mario Suriano in Calabria. In corso è il processo a Pino La Monica, insegnante di teatro di Reggio Emilia e ieri è stato interrogato il maestro di musica di Teggiano. Ricordiamo, poi, i casi che riguardano gli insegnanti di scuola materna: Vallo della Lucania (rinvio a giudizio), Brescia (appello) e Rignano Flaminio (richiesta rinvio a giudizio), e che coinvolgono decine di bambini (80 solo nei tre processi menzionati).  E sono solo alcuni, visto che ogni giorno ce n'è uno nuovo. Credo, quindi, che la vigilanza sui ragazzi di cui tanto si parla, dovrebbero essere accompagnati da controlli sistematici su ciò che avviene nelle aule e nei corsi svolti da personale esterno alle scuole. Teniamo anche presente il fatto che non tutte le denunce emergono sulla stampa e che non tutti gli episodi di abuso vengono denunciati. Anzi, la percentuale delle denunce è bassissima.

Arrestato insegnante scuola media Garibaldi di Fondi

LATINA (22 gennaio) - Un insegnante di 50 anni della scuola media Garibaldi di Fondi è stato arrestato con l'accusa di violenza. La notizia è trapelata ieri ma sui dettagli vige il massimo riserbo degli inquirenti data la delicatezza del caso. Il docente 50enne è stato bloccato dai carabinieri e messo agli arresti domiciliari su richiesta di ordinanza di custodia cautelare del sostituto procuratore Simona Gentile e mandato del Gip del tribunale di Latina.

L'insegnante qualche mese fa era stato denunciato alla Procura dai parenti di alcune ragazzine. Una bimba avrebbe confidato ai genitori di avere subito molestie dal professore che ora dovrà rispondere dell'accusa di abusi sessuali nei confronti delle bambine.

Fonte: il Gazzettino.it 22 gennaio 2009