Riforma Gelmini, Due collaboratori del ministro si dimettono: «La pedagogia sta subendo un violento attacco»

ROMA (6 ottobre) - I pedagogisti Andrea Canevaro e Dario Ianes si sono dimessi dall'Osservatorio sull'integrazione scolastica del ministero della Pubblica Istruzione. Dimissioni motivate dagli stessi autori come protesta contro «questa nuova politica scolastica fatta di tagli, economie presunte, annunci e smentite, rigore, disciplina, ordine, divise, autorità, voto in condotta, bocciature, selezione».

In questo clima, affermano nella lettera di dimissioni i due docenti (Canevaro è direttore del Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Bologna e Ianes è docente di Pedagogia speciale, Didattica speciale e Handicap Uditivo alla Facoltà di Scienze della Formazione primaria dell'Università di Bolzano) anche la Pedagogia subisce un violento attacco: «Nel clima di rinnovato rigore scolastico - spiegano - chi viene additato come responsabile dello sfascio, oltre naturalmente ai fannulloni? L'ideologo dei fannulloni e dei lassisti: il pedagogista».

«Forse - scrivono - il ministro Gelmini sta cercando una nuova squadra di esperti che legittimi la sua visione dell'integrazione? Non sarà facile trovarli tra i pedagogisti speciali, se sapranno leggere tra le righe della sua dichiarazione in occasione dell'audizione alla Camera» concludono Canevaro e Ianes.

IL MESSAGGERO 6 OTTOBRE 2008