Stampa e Rignano Flaminio: l'istinto dell'ignoranza

 

L'ncapacità di leggere le sentenze della Cassazione e le informazioni errate date al pubblico

di Roberta Lerici

Ennesima dimostrazione di superficialità da parte di un giornalista. Oggi tocca a Pierluigi Battista, in passato è toccato ad altri. Nell'editoriale del Corriere della Sera di oggi, ("L'istinto della colpevolezza), Battista non riesce a resistere all'impulso irrefrenabile di accostare la vicenda della Clinica degli Orrori, a quella della pedofilia a Rignano Flaminio. Cosa c'entra Rignano con la clinica Santa Rita? Nulla. In comune i due casi hanno soltanto una sentenza del Tribunale del Riesame, ma tutte le persone che vengono arrestate e presentano ricorso, hanno in comune una sentenza del Riesame. Perchè, quindi, non scegliere la sentenza del Riesame che scarcerò Alberto Stasi, arrestato per l'omicidio di Chiara Poggi, perchè gli indizi contro di lui erano insufficienti? Pier Luigi Battista sa che Stasi, nonostante la scarcerazione, rimane l'unico indagato per l'omicidio della sua fidanzata? E non si è chiesto Battista come mai? Visto che pare non se lo sia chiesto, mi permetto di spiegarglielo io: Il Riesame non è un tribunale di merito ma di legittimità. Questo significa che non può dire se una persona sia innocente o colpevole, ma solo se gli indizi che ne hanno portato all'arresto  siano sufficienti, ovvero se l'arresto sia stato legittimo. La carcerazione viene confermata solo se vi sia pericolo di fuga, di reiterazione del reato o di inquinamento delle prove. Nel caso di Stasi, il riesame valutò che questi tre elementi mancassero, nel caso di BREGA MASSONE, invece, ha valutato che questi elementi permangano, nonostante gli indizi forniti per l'accusa di omicidio non siano al momento sufficienti.

Questo significa che se, in un futuro, verranno riesumati i corpi dei poveri pazienti e si troveranno prove inconfutabili che la loro morte sia avvenuta a causa della operazioni, l'accusa di omicidio potrebbe essere comunque mantenuta. Per la magistratura, infatti, l'accusa sussiste, ma il Riesame ha chiesto che vengano prodotte altre prove per dimostrarla.

E cosa dice Battista su Rignano? Una falsità come questa: "Nel 2007, a Rignano Flaminio, sulla base di parole rese ancor più terribili da quella commistione di immaginazione e di realtà tipica del lessico infantile, l'Italia si convinse che una banda di pedofili (oramai anziane maestre d'asilo, una bidella, un benzinaio cingalese) si fosse resa responsabile di inenarrabili violenze ai danni dei bambini deportati nell'orrore dei «castelli cattivi». Quella presunta banda venne poi scagionata: semplicemente non esisteva, come non esistevano le prove di un delitto che aveva già provocato la reazione allarmata e disgustata del grosso dell'opinione pubblica."

Bene, vorrei informare il signor Pierluigi Battista, che da oggi ricomincia l'incidente probatorio su altri bambini della scuola Olga Rovere e che i sette indagati sono sempre indagati per una serie di reati infamanti. Non sono mai stati assolti, in quanto non sono mai stati ancora giudicati. Se saranno rinviati a giudizio, lo si saprà solo alla fine degli incidenti probatori che affronteranno tutti gli altri bambini. La  loro scarcerazione nel 2007 è avvenuta perchè, a giudizio del Riesame,  "non c'era pericolo di fuga, di reiterazione del reato o di inquinamento delle prove."  Ai quesiti che la sentenza poneva,  dovranno rispondere gli inquirenti  con i risultati delle indagini compiute successivamente al mese di aprile 2007. Tengo a precisare che la scarcerazione avvenne sulle indagini relative alle prime sei denunce, escludendo le sedici denunce pervenute successivamente. Il Riesame non potè, quindi, valutare tutti gli indizi o le prove raccolte successivamente, nè le testimonianze che i primi bambini diedero in incidente probatorio. Su Rignano, il Riesame non pronunciò alcuna sentenza assolutoria, in quanto non può assolvere, nè condannare.

Spero di non dover più leggere che il caso Rignano è chiuso e spero che, d'ora in poi, i giornalisti dimostrino un maggiore buonsenso. Innanzitutto informandosi bene prima di scrivere un articolo, e in secondo luogo evitando di dare informazioni sbagliate.

E visto che di cosa sia successo ai bambini non parla nessuno, mi permetto di indicare i link ad alcuni articoli che, certamente potranno interessare coloro i quali vogliono avere sul caso Rignano, maggiori informazioni.

Rignano, altri 4 bimbi idonei a testimoniare. Le psicologhe:"Sintomi di abuso e nessun segnale di suggestione"

Rignano Flaminio: i racconti dei bambini

RIGNANO FLAMINIO:SENTENZA CASSAZIONE DEL 18/9/2007 SULLA SCARCERAZIONE DEGLI INDAGATI

Rignano Flaminio: Perché la perizia dei Ris non può escludere che gli abusi ci siano stati

24 giugno 2008  www. bambinicoraggiosi.com