Incidente probatorio al tg5

Riguardo le immagini mostrate il 18 luglio 2007 dal tg5, vorrei fare alcune considerazioni:

1) Tutti gli atti dei processi a sfondo sessuale che riguardano i minori, sono secretati.

2) Tutte le parti sono in possesso dei video delle perizie man mano che queste vengono effettuate.

3) Se un brano di quelle registrazioni viene dato a un telegiornale, chi ne trae vantaggio?

4) Gli avvocati Merlino e Cardamone hanno condannato duramente la diffusione del video, cosa che ha fatto anche lo Studio Coppi che assiste Gianfranco Scancarelloe Patrizia del Meglio con la differenza che i legali della difesa aggiungono anche un commento al brano mostrato:"Il filmato dimostra che i bambini sono confusi e ormai le perizie sono inquinate". La replica degli avvocati dei bambini è la seguente:"Le testimonianze dei bambini dimostrano inequivocabilmente che sono stati abusati e la difesa degli indagati non sa più a cosa appigliarsi".

5) Chi aveva interesse a diffondere il video? Chi ha interesse a screditare il lavoro dei periti?

6) Accertare la verità su Rignano Flaminio è un dovere. LO SI DEVE ALLE FAMIGLIE COINVOLTE, ALLA POPOLAZIONE DI RIGNANO FLAMINIO, E ALL'ITALIA INTERA CHE VUOLE ESSERE CERTA, MANDANDO IL PROPRIO BAMBINO ALL'ASILO, DI LASCIARLO IN UN POSTO SICURO, DOVE POSSA CRESCERE E IMPARARE.

7) Ricordo che in Italia sono finora 14 le scuole materne in cui si sono verificati casi di abuso. Ci sono state 4 condanne definitive, 4 in primo e secondo grado, 4 assoluzioni e due processi non sono ancora cominciati. Vogliamo tutti accertare la verità, o preferiamo far finta di niente ?

Roberta Lerici