Palermo, preso pedofilo già arrestato un anno fa. Nel "Decreto Sicurezza" si penserà anche a questo?

 di Roberta Lerici

Non ho ben capito come mai fosse a piede libero un uomo accusato dello stesso identico reato già lo scorso anno. Questo è uno dei temi che spero il nuovo governo voglia affrontare con determinazione. Non si capisce, infatti, perchè mettere a rischio altri bambini lasciando libera una persona che si è già macchiata di questo crimine o, comunque, ha già subito un arresto. "Violenza sessuale aggravata su bambine di età inferiore a dieci anni", questa l'accusa. Vogliamo liberarlo anche questa volta, in modo da consentirgli di battere il record del pizzaiolo di Agrigento o dell'ottantenne che ha collezionato tre arresti "a piede libero"?

Apprendiamo oggi che il governo, per finanziare il taglio dell'ICI, ha tagliato 20 milioni di euro destinati alle misure contro la violenza sessuale sulle donne. Non so se all'infanzia fosse stato destinato un qualche fondo, ma in mancanza difondi da togliere all'infanzia, è consuetudine tagliarli alla scuola e alla ricerca, ovvero tutto ciò che serve a giovani e giovanissimi. Categorie che pare non contino quasi nulla. In presenza di eventi catastrofici si diceva:"Prima le donne e i bambini" ma oggi, che la situazione per donne e bambini è già catastrofica, il motto si potrebbe cambiare in:" Prima i proprietari di case, poi l'Alitalia e poi Retequattro". Spero che il governo inverta la rotta e che le emergenze invisibili più silenziose e meno appariscenti come quelle della violenza sessuale e della pedofilia, non debbano attendere ancora. Ricordo che l'iter per la costituzione del Garante per l'Infanzia era quasi concluso durante il precedente governo. Con la sua caduta, la procedura deve ricominciare daccapo.

 

da Il Giornale del 29 maggio 2008

Un uomo di 40 anni è stato arrestato dalla polizia per violenza sessuale aggravata nei confronti di una bambina minorenne che, all’epoca dei fatti, aveva 10 anni. L’uomo avrebbe, almeno in due occasioni, abusato della bimba che era legata a lui da vincoli di parentela, intimandole di mantenere il silenzio su quanto avveniva. La minore ha rivelato gli abusi subiti dopo l’arresto dell’uomo, avvenuto già lo scorso anno, sempre per violenza sessuale aggravata e lesioni gravi e commesso ai danni di un’altra minorenne, anche in quel caso di pochi anni di età.

Quotidiano.net 29 maggio 2008