Bimbo Cittadella: la mamma presidia la struttura

 

 

Mamma presidia la struttura.Da due giorni alla casa accoglienza dove il piccolo vive in ambiente protetto

PADOVA - Da un paio di giorni presidia la casa accoglienza dove suo figlio vive in ambiente protetto. La mamma del piccolo di Cittadella conteso dai genitori, portato via dalla scuola dal padre e da agenti di polizia nell'ottobre scorso vuole così denunciare la mancanza a suo dire di condizioni paritetiche con l'ex marito sulle visite al bambino.

Secondo la signora, come riferisce il Gazzettino, il padre godrebbe di privilegi a lei non concessi: l'uomo a detta dell'ex compagna, farmacista, avrebbe tenuto in casa il figlio alcuni giorni senza averne diritto e avrebbe dormito nella casa d'accoglienza. Il padre, avvocato, ha confermato di essere all'interno della casa da un paio di giorni per «proteggere» la struttura e l'organizzazione da eventuali intemperanze della sua ex. L'uomo ha ribadito di essere l'affidatario unico del piccolo. (Ansa) 4 marzo 2013