PROCESSO RIGNANO, CONSULENTE: TRACCE DI SEDATIVO SUI CAPELLI DI DUE BAMBINE

 

 Chiusura istruttoria dibattimentale, il 2 aprile requisitoria pm. Rignano, i consulenti del pm "Sedativo su capelli di due bimbe"

Sono state riscontrate tracce di benzodiazepina, ovvero di un sedativo, sui capelli di due delle otto bambine che frequentavano la scuola materna 'Olga Rovere' di Rignano Flaminio e che avrebbero subito atti sessuali. E' l'ultimo atto dibattimentale del processo che, per i presunti abusi sessuali su almeno 21 bambini che frequentavano la scuola, vede accusate a vario titolo e a seconda delle posizioni cinque persone (tre maestre, un autore tv e una bidella) per fatti e accuse gravissime: violenza sessuale di gruppo, maltrattamenti, corruzione di minore, sequestro di persona, atti osceni, sottrazione di persona incapace, turpiloquio e atti contrari alla pubblica decenza.

A rendere nota l'esito della consulenza sono stati i legali di parte civile, Antonio Cardamone e Luca Milani, a conclusione dell'udienza di oggi nel corso della quale, su decisione del tribunale, è stato sentito il medico legale Marcello Chiarotti sul contenuto di una consulenza tricologica che nel settembre 2010 era stata stralciata dal fascicolo dibattimentale.

"L'aver sentito in aula che sono state trovate tracce di benzodiazepina, ovvero di un farmaco che contiene sostanze sedative, è un passaggio importante - ha commentato l'avvocato Milani - L'aver trovato quelle tracce su bambini è una cosa inaudita; soprattutto se si pensa che le tracce risalirebbero proprio al periodo di cui fa riferimento l'imputazione".

Alla fine il tribunale ha dichiarato utilizzabili tutti gli atti delle indagini preliminari, oltre alle risultanze dibattimentali, includendo anche l'esame tricologico fatto sui capelli dei bambini parte offesa e che, su alcuni di essi, rilevò tracce di benzodiazepine, una molecola presente in tranquillanti di vario genere. Il processo per i fatti di Rignano si avvia ormai alla sua conclusione. Il prossimo 2 aprile, infatti, è fissata l'udienza nel corso della quale il pm Marco Mansi rassegnerà le sue conclusioni. Subito dopo, il via agli interventi dei primi legali di parte civile.

La Repubblica 26 marzo 2012