Roma, bambina tolta alla madre, i nonni denunciano il tutore.

Roma, 15 gen. (Adnkronos) «Mamma Federica aspetta con ansia e trepidazione che la Corte di Appello di Roma presieduta dal Giudice dr. Enrica D’Antonio con a latere i consiglieri dr. Enrica Mazzacane e dr. Germana Corsetti, oltre i due esperti onorari decida, nella prossima settimana, la liberazione della sua bambina di sette anni, che dal 14 dicembre scorso si trova collocata presso una Casa Famiglia di Roma, così come deciso dal Tribunale per i Minorenni di Roma, presieduto dal dr. Melita Cavallo».

Lo afferma l’avvocato Giuseppe Lipera, legale della donna a cui è stata tolta la figlia di 7 anni, al centro di un conflitto tra genitori, e affidata a una casa famiglia. «Sono giornate di tremenda angoscia per la mamma che non riesce a togliersi dalla mente i pianti e le grida disperate della piccola figlia che, incolpevolissima, la implora di riportarla a casa – aggiunge l’avv. Lipera – Nell’attesa sono insorti anche i nonni materni, Roberto e Maria Luisa, entrambi funzionari dello Stato, dipendenti dell’Agenzia dell’Entrate.

Nessuno, nè il tutore nè il Tribunale per i minorenni, ha inteso dare seguito alle loro richieste di volere incontrare la loro piccola nipotina, che non vedono e non sentono da oltre un mese oramai, per cui sono stati costretti a rivolgersi all’Autorità Giudiziaria presentando formale denuncia e querela contro il tutore della bambina, nominato dal Tribunale».

http://www.liberoquotidiano.it/news/910442/Roma-bimba-tolta-a-madre-nonn...