Affidamento Bambini e malagiustizia: Strasburgo accusava l'Italia già nel 2003

 

Corriere della Sera 09/11/2003 Giustizia, Strasburgo accusa l’Italia «Mai applicate 2.424 sentenze Ue» La Corte dei diritti umani critica governo e magistrati per la lentezza dei processi «Avete problemi strutturali non risolti». Turchia seconda con 317 inadempienze

 AFFIDAMENTO DEI BAMBINI - Vari casi di «malagiustizia» scaturiscono da sentenze dei tribunali dei minori sull’affidamento dei bambini. A Strasburgo considerano emblematica la vicenda dei due figli italo-belgi di Dolorata Scozzari. Entrambi furono tolti alla madre a causa di una situazione familiare difficile (aggravata dalle molestie di un «assistente sociale» pedofilo).
 
Vennero affidati dal tribunale dei minori di Firenze al «Forteto», un centro d’accoglienza nel Mugello con un notevole giro d’affari, che aveva due dirigenti già condannati per abusi sessuali e per maltrattamenti su handicappati. Al «Forteto» impedivano alla madre di avere sufficienti contatti con i figli.
 
Un reportage televisivo sul caso Scozzari ha creato sconcerto in Belgio. Il ministro degli Esteri Luis Michel ha protestato con l’Italia. Ma nemmeno le dure condanne della Corte (e le pressioni del Comitato dei ministri per farle applicare) hanno consentito il completo rispetto della Convenzione. Il principio è far rientrare prima possibile i minori in famiglia (preferibilmente in quella naturale). Ma anche il Comitato dell’Onu per i diritti dei bambini ha ribadito «con preoccupazione» che in Italia il periodo di affidamento può ancora essere molto lungo