IDV, Governo Berlusconi ha distrutto le politiche per infanzia e adolescenza

Infanzia. Governo Berlusconi ha tagliato tutti i fondi

LA REDAZIONE IDV "Ho detto cose scomode alla conferenza 'Rigore, equita', crescita: per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza', tanto da entrare in polemica con la presidente della commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza, Alessandra Mussolini. Purtroppo non ho potuto fare a meno di ricordare i tagli che il precedente governo, votati anche dalla presidente Mussolini, ha operato nei confronti dell'infanzia".

La capogruppo dell'Italia dei Valori nella stessa commissione, Giuliana Carlino, aggiunge: "Il fondo per le politiche della famiglia è stato ridotto per il 2012 da 52,5 milioni a 32 (-39,1 per cento), il fondo per l'infanzia e l'adolescenza resterà fermo a 40 milioni fino al 2014, il fondo servizi per l'infanzia e il fondo per le non autosufficienze sono stati azzerati.

E questi dati non sono che tagli ulteriori a quelli già operati nelle manovre degli anni precedenti. Potrei continuare con una sfilza di numeri che colpiscono la parte più debole del nostro paese, i bambini, ma mi limito solo a citare qualche dato di 'Save the Children' secondo cui il 24,4 per cento dei bambini che vivono in Italia è a rischio povertà e oltre mezzo milione di bambini, ben 653.000 tra bambini e ragazzi già vivono in una situazione di povertà assoluta.

La presidente Mussolini se ne faccia una ragione: il governo che ha sostenuto fino a un mese fa ha, di fatto, distrutto le politiche a tutela dell'infanzia e dell'adolescenza".