EQUITALIA: DEVE 5 CENTESIMI, LE ARRIVA CARTELLA DA 62 EURO

 

Debito di 5 centesimi con Equitalia: le arriva bolletta da 62 euro La storia di una signora sarda che spiega: «Quei cinque centesimi sono frutto di un errore materiale dell'impiegato».

Ora, però, paga 1240 volte in più rispetto alla cifra originaria Una notizia dal sapore beffardo arriva dalla Sardegna, e più precisamente dal quotidiano L'Unione Sarda. Protagonisti: Equitalia e, suo malgrado, una signora proprietaria di un'azienda consorziata Aci (soccorso stradale 24 ore su 24). I FATTI - Come riporta il quotidiano sardo, Equitalia per un "debito" di 5 centesimi del 2009 chiede ora alla donna 62,03 euro, ben 1.240 volte in più rispetto alla cifra originaria. Ma c'è di più: «Quei cinque centesimi in meno sono sicuramente il frutto di un errore materiale dell'impiegato che ha trascritto male la cifra», spiega l'imprenditrice, «ma Equitalia non sente ragioni: devo saldare il conto».

Redazione Cadoinpiedi.it 16 DICEMBRE 2011