PEDOFILIA, CUNEO: INIZIATO PROCESSO A MAESTRO DI CHITARRA CON PRECEDENTI

Cuneo: iniziato il processo al presunto pedofilo. Nega ogni addebito, saranno ascoltate le due piccole vittime Condividi | Chiesta dalla difesa una perizia psichiatrica, che il tribunale deciderà se concedere o meno solo dopo aver ascoltato le dichiarazioni delle bimbe Udienza filtro ieri mattina a Cuneo per il processo che vede imputato G.C. 45 anni, maestro di chitarra, arrestato a fine gennaio con la terribile accusa di pedofilia nei confronti di due bambine di 10 anni. L'uomo, difeso dall'avvocato Alessandro Ferrero, continua a negare ogni addebito.

Nella giornata di ieri si è stabilito che saranno ascoltate, in udienza protetta, le due bimbe, così come saranno chiamati a testimoniare anche gli altri dieci allievi che facevano parte del corso diretto dal maestro di chitarra. Nel corso del processo verranno poi ascoltati i genitori delle bimbe. Infine, la difesa ha chiesto una perizia psichiatrica per l'arrestato, perizia che il Tribunale si riserverà di concedere o meno solo dopo aver sentito le dichiarazioni delle due piccole vittime coinvolte nella triste vicenda.

La vicenda, che ebbe il suo epilogo con l'arresto dell'uomo in gennaio era iniziata ben prima: dopo aver subito più di un approccio, le giovanissime vittime si erano confidate con i genitori, che a loro volta si sono rivolti alla Questura. Di qui partì il lavoro dei poliziotti, minuzioso, ma sempre condotto in modo molto discreto. Dopo aver raccolto tutto il materiale utile alle indagini, il Gip dispose il fermo di G.C. con conseguente custodia cautelare. Purtroppo, il pedofilo 45enne non risultò nuovo a fatti del genere: nel 2002 l'uomo aveva patteggiato la pena di dieci mesi di carcere per lo stesso tipo di reato. http://www.targatocn.it/2011/05/19/leggi-notizia/argomenti/cronaca-1/art... 19 MAGGIO 2011