MINORI. ABUSI, "CHE SARA' MAI L'INFERNO".CONVEGNO A SANT'ORESTE 12 MARZO

 

(LZ) MINORI. ABUSI, PERCHÈ BISOGNA CREDERE AI BAMBINI DOMANI CONVEGNO A SANT'ORESTE ORGANIZZATO DA 'VALORE DONNA'.

(DIRE) Roma, 11 mar. - L'associazione 'Valore donna' ha organizzato per domani alle 17, al teatro comunale di Sant'Oreste, vicino a Roma, un convegno sulla pedofilia che vedra' fra i relatori la psicologa clinica Sandra Pagliuca, l'avvocato Andrea Coffari e Roberta Lerici, vicepresidente dell'associazione e responsabile area Infanzia e Famiglia Idv. Partendo dal romanzo "Che sara' mai l'inferno, il potere criminale della pedofilia organizzata e la debolezza delle istituzioni", di Sandra Pagliuca, si analizzeranno i vari aspetti dell'abuso sui minori, da quello familiare a quello rituale.

Si parlera' di credibilita' della testimonianza dei bambini nel processo per pedofilia, ma anche di prevenzione, partendo dai segnali disagio che possono essere individuati per favorire un intervento tempestivo. Relatori saranno appunto Sandra Pagliuca; Coffari, presidente del Movimento per l'infanzia; Lerici, che e' anche responsabile del Movimento per L'infanzia per il Lazio, e Valentina Pappacena, presidente di "Valore donna". Il romanzo "Che sara' mai l'inferno" parte dal caso di Perla, una bambina affidata dal Tribunale dei minori a una esperta per una psicodiagnosi valutativa di eventuali abusi sessuali subiti da parte di un genitore, il che equivale a percorrere un viaggio attraverso l'inferno. I racconti della bambina rivelano una realta' difficile da ascoltare e da accettare.

Fin da piccola Perla e' stata abusata ritualmente dai genitori e da altre persone a scopo di lucro. Cio' che Perla conosce degli esseri umani e' la parte perversa, malata e sadica, quella che tortura, minaccia, terrorizza; cio' che Perla non conosce e' la parte piu' bella e dolce del mondo e degli uomini: a sette anni non sa cosa sia il mare, non sa a cosa servano le candeline sulla torta di compleanno. La sua vita inizia dunque a sei anni e mezzo, quando viene portata via dalla sua casa, dal suo inferno. (Com/Rel/ Dire)

INDICAZIONI STRADALI PER SANT'ORESTE (RM): AUTOSTRADA A1 USCITA SORATTE