Pedofilia, Michele Pascarella: condannato nel 2009, torna a fare spettacoli per bambini

 

Forlì - Pascarella al lavoro coi bimbi Condannato per pedofilia, Michele Pascarella, che ora si fa chiamare "Somatos Teatro", è tornato a far spettacoli per i bambini

FORLI’ - Spettacoli per bambini delle scuole elementari e materne. Laboratori di formazione e aggiornamento per insegnanti e genitori.

La carriera artistica di Michele Pascarella, l’attore, educatore e cantastorie forlivese condannato nel 2009 per pedofilia , prosegue così come si era interrotta: tra asili, scuole, feste per i più piccoli, incontri educativi. Anche se in mezzo a tutto questo pesa la clamorosa vicenda giudiziaria - conclusasi con una condanna a due anni in rito abbreviato - per violenza sessuale su un disabile e per le “attenzioni” e “carezze” ad un bambino di cinque anni che gli era stato dato in affido temporaneo. Uno scandalo, quello dell’educatore rivelatosi pedofilo, che sembra passato via liscio: Pascarella fa l’artista - e ci mancherebbe, è il suo mestiere - ma resta, come se niente fosse, a contatto con bimbi, genitori, insegnanti.

Unica premura: non comparire mai con nome e cognome ed esibirsi - stando al calendario degli spettacoli - preferibilmente lontano da Forlì, la città in cui la sua vicenda ha suscitato grande scandalo. Il secondo tempo della vita di Michele Pascarella sta dietro ad una nuova ragione sociale: Somatos Teatro (dal greco, un po’ come dire “teatro del corpo”). Il sito internet (somatosteatro.blogspot.com) lo definisce un “collettivo di giovani e meno giovani di belle idee e di belle speranze”, ma nulla si sa dell’identità dei componenti di questo gruppo. Il mistero dura pochissimo: qualche colpo di mouse e nella pagina dedicata agli spettacoli per bambini ecco i volti degli attori. Anzi dell’attore, perché di faccia se ne vede una sola: proprio Pascarella, ritratto con l’immancabile organetto diatonico, che propone sei diversi spettacoli pronti per essere portati in giro e destinati a scuole elementari o materne.

C’è anche una galleria di video che mostra varie performances di Somatos Teatro. In quasi tutti, malgrado si tratti teoricamente di un collettivo, compare solo e soltanto l’“one man show” Pascarella, peraltro veramente bravo. Il lavoro non manca, a giudicare dal calendario degli spettacoli. Tanto per dire: ieri e oggi a Chivasso (Torino) con uno show musicale su Gianni Rodari. Poi un weekend a Cagliari al Festival di Letteratura per Ragazzi. Poi ancora “Fiabe dal mondo”, spettacoli per le scuole, a Novantola (Modena); “Storie del bosco” a Caslano in Svizzera e “Storie di bambini e di altri animali” a Siena.

Ovunque, tranne in Romagna. O quasi: perché in effetti le apparizioni di Somatos-Pascarella di recente hanno toccato a vario titolo anche Rimini, Riccione, Faenza, Cervia. In particolare, è proprio in quest’ultima località che circola in questi giorni il depliant dei “Laboratori e corsi teatrali per adulti e bambini” ospitati dal comitato di quartiere di Pinarella.

Il laboratorio per insegnanti e genitori, patrocinato dall’assessorato comunale alla Cultura, è tenuto da tale “Michele”, con tanto di numero di cellulare: lo stesso che compare nel sito di Somatos tra una foto e l’altra di Pascarella in scena. E così quasi in segreto riprende la carriera dell’artista Pascarella. Sacrosanto: il debito con la giustizia è stato pagato, la vita continua. Ma viene da chiedersi se è così normale, dopo una condanna per pedofilia, ricominciare a destreggiarsi tra asili, fiabe e bambini. Esiste anche un pubblico adulto disposto ad applaudire le performances dell’indubbiamente bravo Michele Pascarella. Forse sarebbe meno imbarazzante per tutti.

Paolo Bertuccio- FONTE

ARTICOLI CORRELATI:  

Pedofilia, processo Pascarella: proiettato in aula il video girato dai carabinieri