Mi manda RAITRE, Vallo della Lucania: Dalla scuola nessuna sospensione per due suore rinviate a giudizio

 

http://farm3.static.flickr.com/2002/2542656338_abd2651e0f.jpg

Alberto Bottino, Direttore Ufficio Scolastico Regionale campano:"Ho saputo del rinvio a giudizio solo oggi" 

di Roberta Lerici

Nella trasmissione del 20 novembre, è stato affrontato in modo approfondito il caso di pedofilia all'asilo Paolo VI di Vallo della Lucania.E' stata, probabilmente, una delle migliori trasmissioni su di un caso di pedofilia mai realizzato in tv.Avendo già commentato la puntata in un precedente articolo , mi soffermerò sul direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale presente in studio.Le sue sconvolgenti dichiarazioni, meritano infatti un capitolo a parte.Il direttore,  ha ammesso candidamente di aver saputo del rinvio a giudizio di altre due suore dell'asilo, solo alle 16.40 del del 20 novembre e, quindi, di non aver ancora preso provvedimenti nei loro riguardi.Il genitore di una delle vittime presente in studio, lo ha incalzato dicendogli che una delle due suore è ancora in servizio all'asilo Paolo VI, mentre la seconda è stata trasferita in un altro asilo. Ma lui non è apparso scosso più di tanto.

 

Quindi ci sono due suore rinviate a giudizio per favoreggiamento (non so se le accuse siano anche altre), che attualmente sono accanto a dei bambini dai 3 ai 5 anni.L'ineffabile direttore, ovviamente, avrebbe potuto sin dall'inizio del caso allontanare il personale indagato adottando la Circolare 72 del 19 dicembre 2006 .La famosa Circolare che non mi stancherò mai di citare, dice, infatti, che è possibile sospendere a scopo cautelare gli insegnanti anche se sono solo indagati, se si è di fronte a reati gravi. Nel Lazio, pare che i vertici dell'Ufficio Scolastico Regionale siano saltati  proprio per il comportamento assunto inizialmente nel caso Rignano.Anche qui inviarono un ispettore, anche qui non accadde nulla.Fu poi lo stesso ministro, di concerto con l'assessore alla scuola della Regione Lazio, a fornire uno strumento legislativo in gradi di dirimere la questione-indagati.Proprio in virtù della Circolare 72, fu poi possibile sospendere le maestre indagate dell'asilo di Rignano Flaminio.

Mi aspetto provvedimenti urgenti nei confronti delle persone che non considerano la tutela dei bambini a scuola un fatto rilevante e l'immediata sospensione delle due suore ancora in servizio. A prescindere dalla sentenza, non è pensabile che persone indagate in un caso di pedofilia, restino a contatto con i bambini nell'indifferenza delle istituzioni che dovrebbero occuparsi della loro educazione e protezione.

Autore R.Lerici-www.bambinicoraggiosi.com 20 novembre 2009 

 Guarda il video della puntata di Mi Manda Raitre del 20 novembre 2009