Terremoti, Giuliani: Entro un mese le sue previsioni online, in tempo reale

 

http://images.wikio.com/images/p/1e4a0/ecco-perche-giampaolo-giuliani-ha-torto.gif

 

dal blog di Claudio Messora, "byoblu"

Giampaolo Giuliani  Dopo la recente attività sismica, su vostra richiesta alle 20.00 di questa sera ho raggiunto telefonicamente Giampaolo Giuliani. Era a cena con la sua famiglia. Ecco la trascrizione della nostra conversazione. Non perdetevi il finale, dove una rivelazione in anteprima farà la felicità di molti.

Claudio Messora: «Ciao Giampaolo, i lettori mi chiedono le tue considerazioni sulle ultime scosse, e che cosa prevedi nelle prossime ore.»

Giampaolo Giuliani: «L'altro ieri abbiamo cominciato ad avere un incremento di radon, che ieri sera segnava un +1.500 in counting rate per Coppito, e un +700 per il Gran Sasso, che si è evoluto in un 4.1 stamattina. Noi avevamo previsto qualcosa intorno al 4. Non mi sono preoccupato più di tanto perché non era da allertare. Però questo ha provocato anche una serie di piccoli eventi. Quasi tutti quelli che risiedono nell'aquilano, visto l'epicentro, li hanno avvertiti e si sono preoccupati. Diciamo che si sono caricate piccole scosse di assestamento di questo 4.1. Non ci dovrebbe essere niente di più grave. Il livello di radon si è risollevato di 1.500 punti, però non sembra voler raggiungere livelli ancora più alti.»

Claudio Messora: «Tu che cosa ti aspetti quindi?»

Giampaolo Giuliani: «Una serie di piccole scosse il cui epicentro sembrerebbe essere Monti della Laga e Reatini, e qualcosa nella valle dell'Aterno. Ma piccole: 2.5, 2.4, 2.2, qualcosa del genere... Attualmente il livello si sta abbassando. Potrebbe cambiare direzione. Siamo 1.500 sopra il livello della media stagionale, però per arrivare ad eventi più forti bisognerebbe che il counting rate si innalzasse ancora di più. Non sembra questo il caso.»

Claudio Messora: «A proposito, Giampaolo, mi chiedono cosa significa esattamente il counting rate? Cioè, quando dici 139.000, 1.500... Qual'è l'unità di misura?»
continua a leggere