Pedofilia, Rignano Flaminio: individuata un'altra villetta degli orrori

Sarebbe al confine con la provincia di Viterbo

Fotografia Pedofilia: a Rignano Flaminio spunta un\

Individuato e ispezionato dal nucleo di Pg della procura della Repubblica di Tivoli, il quarto presunto luogo in cui sarebbero avvenuti gli episodi di pedofilia che avrebbero avuto per vittime oltre 20 alunni della scuola materna "Olga Rovere" di Rignano Flaminio.

Si tratta di una villetta nelle campagne del paese al confine tra le province di Roma e Viterbo.

Salgono a quattro i luoghi in cui, secondo l'accusa, potrebbero essere avvenuti gli episodi di pedofilia, per i quali sono indagate tre maestre, una bidella e il marito di una delle insegnanti.

note di R. Lerici: Nel ricordare che il PM si chiama Mansi e non Manzi (come il vecchio maestro Tv di "Non è mai troppo tardi") sottolineo che l'articolo termina affermando che "nessuno dei luoghi sarebbe stato riconosciuto dai bambini", fatto che non corrisponde al vero, in quanto gli articoli precedenti , parlano di riconoscimento dei luoghi da parte dei bambini. Di questo quarto luogo attendiamo "indiscrezioni"  da  fonti più attendibili di  Viterbo Oggi.

Viterbo Oggi: "I primi tre luoghi non sarebbero stati riconosciuti dai bambini. Nei giorni scorsi, il pm Marco Manzi, della procura di Tivoli, ha fatto notificare ai difensori degli indagati l'ennesima chiusura delle indagini preliminari, che erano state prorogate proprio per compiere accertamenti sulla quarta villetta.Secondo indiscrezioni, anche in questo caso, non sarebbero emersi elementi significativi e nessun bambino avrebbe riconosciuto il luogo."

 Viterbo Oggi 25 giugno 2009