Kante, partoriente clandestina denunciata, ha avuto il permesso di soggiorno

neonato-nero

 

 

 

 

 

 

E su Face Book nasce il gruppo che chiede la cittadinanza onoraria per il bimbo strappato dalle braccia della madre nel momento in cui l'ospedale si è accorto che era clandestina. Chi vuole iscriversi al gruppo, clicchi qui

La partoriente ivoriana denunciata dall'ospedale

di: Antonio Rispoli

Kante, la donna ivoriana che è stata denunciata alla Polizia come clandestina dall'ospedale Fatebenfratelli di Napoli, dopo che si era presentata lì per un difficile parto (anche se l'ospedale ha comunicato che non c'è stata alcuna denuncia, ma solo una segnalazione per permetterne l'identificazione a fini legali) ha avuto una buona notizia. Infatti ha ricevuto un permesso di soggiorno provvisorio, in attesa che venga esaminata la sua domanda di asilo politico.

Nel frattempo non cessano le polemiche sull'azione dei medici, che hanno scelto di far intervenire la Polizia - e non potevano non essere coscienti di quello che sarebbe sucesso alla donna ivoriana - quando non ce n'era necessità. La CGIL Medici ha giudicato l'accaduto una colpevole leggerezza, ma è una scelta sintomatica di quello che potrà essere per gli extracomunitari il ricovero in ospedale pubblico. E non tutti avranno il permesso di soggiorno come l'ha avuto Kante. E quindi gli stranieri irregolari preferiranno l'anonimato e la fuga.

Julie News 3 aprile 2009