Rignano/ Maestra e autore tv al pm: "Non siamo pedofili. Nessuno ha dato nostre descrizioni"

http://wildgreta.files.wordpress.com/2009/02/rignano-asilo-dallalto.jpg

di Apcom
"Nessuno ha dato nostre descrizioni. Accuse assurde"
Roma, 31 mar. (Apcom) - Non c'è nessuna prova a loro carico. Non c'è nessun elemento che possa servire per portarli a processo. La maestra Patrizia Del Meglio e il marito, l'autore tv Gianfranco Scancarello, hanno negato ogni addebito nel corso di un breve interrogatorio spontaneo al quale si sono sottoposti davanti al pm Marco Mansi, della Procura di Tivoli. La coppia è indagata nell'ambito dell'inchiesta sui presunti abusi a Rignano Flaminio. Accompagnati dagli avvocati Francesca Coppi e Roberto Borgogno, sia Scancarello che la Del Meglio, hanno sottolineato l'assoluta incongruenza e insufficenza degli elementi emersi dall'incidente probatorio, dei bambini e l'inesistenza di qualunque riscontro oggettivo. La Procura, poco prima del Natale 2008, ha depositato gli atti dell'indagine e si appresta a chiedere il rinvio a giudizio. Nell'atto notificato alla fine dell'anno erano coinvolte, oltre alla Del Meglio, altre due insegnanti della scuola 'Olga Rovere, Marisa Pucci e Silvana Magalotti. Quello della Del Meglio e di Scancarello è stato un lungo sfogo - è stato ammesso dai difensori - in cui la coppia ha sottolineato come dalle indicazioni rese dai bambini al gip, tramite i periti, non è possibile risalire a loro, per la diversità e contraddittorietà delle descrizioni. In particolare la Del Meglio ha sottolineato che era impossibile prelevare i bimbi dalla classe della Pucci perché c'era una diversità di orari. La collega era in classe di mattina e lei nel pomeriggio.

31 marzo 2009