PEDOFILIA, ROMA: DI NUOVO IN CARCERE DON RUGGERO CONTI

Note: Come avevamo scritto ieri, sono tante le persone accusate di violenza sessuale che per effetto del DDL Sicurezza dovranno tornare in carcere. Ricordiamo, infatti, che la norma ha effetto retroattivo e annulla le disposizioni come arresti domiciliari e obbligo di firma.Don Ruggero, è quindi una delle "vittime" di questa nuova norma. Per Don Ruggero, ieri era stato chiesto il rinvio a giudizio, ed essendo agli arresti domiciliari, oggi è tornato in carcere.

ARTICOLI CORRELATI:

Don Ruggero Conti: chiesto rinvio a giudizio. Ora rischia di tornare in carcere

 

TORNA IN CARCERE DON RUGGERO

Roma, 18 mar. (Adnkronos) - E' tornato in carcere il sacerdote Ruggero Conti gia' parroco della chiesa della Nativita' di Maria Santissima a Selva Candida (Roma) accusato di aver sottoposto a violenza numerosi giovani che gli erano stati affidati per motivi di educazione. Proprio ieri il pubblico ministero Francesco Scavo aveva chiesto il suo rinvio a giudizio per le accuse di violenza sessuale e induzione alla prostituzione minorile. Conti torna in carcere in seguito all'applicazione della nuova normativa che prevede l'arresto per chi sia reso responsabile di reati sessuali.

Il provvedimento contro il sacerdote, che e' difeso dall'avvocato Patrizio Spinelli, e' stato firmato dal gip Carmine Castaldo. Il difensore ha gia' presentato un'istanza con la quale sollecita la rimessione in liberta' del religioso che ha gravi problemi di salute.Il rinvio a giudizio del religioso e' stato chiesto per le violenze alle quali avrebbe sottoposto tra il '98 e il 2008 sette ragazzi a lui affidati. Ma secondo quanto emerso dall'inchiesta molti di piu' sarebbero i ragazzi sottoposti a violenza sia in occasione di campeggi estivi sia durante gli incontri avuti con il religioso in parrocchia.

Attualmente don Ruggero era agli arresti domiciliari. Secondo quanto emerso dall'inchiesta alcuni dei ragazzi sottoposti a violenza sarebbero stati compensati con somme di denaro (da 10 a 50 euro per ogni incontro) e anche con capi di abbigliamento.