Bambini Coraggiosi - Il blog di Roberta Lerici

Pedofilia e intellettuali

Dopo i fatti di Rignano, scrittori e giornalisti denunciano la gogna pubblica toccata ai presunti colpevoli. Ma qual è il pericolo sociale maggiore, la crocifissione mediatica degli adulti o l'incapacità collettiva di proteggere i bambini?

Al di qua della siepe

Di Caracaterina

Il Sito ufficiale di Roberto Baggio

www.robertobaggio.com

http://www.robertobaggio.com/it/index.html

Giornata Mondiale dell'Alimentazione Fao 16

Il diritto all'alimentazione

Il 16 ottobre di ogni anno l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura celebra la Giornata mondiale dell'alimentazione per commemorare l'anniversario della sua fondazione, avvenuta il 16 ottobre 1945. Il tema della Giornata mondiale dell'alimentazione per il 2007 è "Diritto all’alimentazione".
Roberto Baggio, ambasciatore FAO, ha presenziato al consesso internazionale svoltosi oggi a Roma e introdotto dal Direttore Generale della FAO, Jacques Diouf, che ha ricordato come "nel mondo oggi 854 milioni di donne, uomini e bambini soffrono la fame, anche se il pianeta produce cibo in quantità e qualità sufficiente per tutti".
Di seguito l'intervento di Roberto.

Messaggi di solidarietà ai bambini di Rignano Flaminio

I vostri messaggi verranno inviati alle famiglie dei bambini di Rignano Flaminio.

Centro di Consulenza per le famiglie di Rignano Flaminio

 

 Ricordo a tutti gli abitanti di Rignano Flaminio che è attivo il Centro di Consulenza promosso dalla Regione Lazio

Rignano, caccia agli orchi sul Web

Da Repubblica Roma del 27 ottobre 2007 (sintesi articolo)

Le nuove indagini disposte dal procuratore Elio Costa- E i carabinieri hanno già ascoltato oltre 100 testimoni. Rignano, caccia agli orchi sul web. I Ris: i risultati degli esami sul DNA trovato sui pupazzi sequestrati nelle case delle maestre sono slittati di cinquanta giorni. Di Marino Bisso Non ci sono solo le prove acquisite attraverso le testimonianze dei bambini durante gli incidenti probatori. Ora l’inchiesta di Rignano si sposta sul web. Fin dai primi passi dell’indagine, una delle ipotesi degli inquirenti è che dietro ai misteri di Rignano possa esserci un giro di pornografia minorile destinato alla rete.

Un piccolo neo o un capo di abbigliamento indossato dai bambini della Olga Rovere potrebbe essere decisivo per trovare riscontro alla comparazione con foto e video tratti dalla rete.

Condividi contenuti