Bambini Coraggiosi - Il blog di Roberta Lerici

Brescia, sacerdote arrestato per abusi

L'uomo sarebbe stato trovato in possesso di materiale pedopornografico Brescia, sacerdote arrestato per abusi In manette il vicedirettore del seminario della diocesi per violenza sessuale aggravata nei confronti di un 14enne

BRESCIA - Il vicedirettore del seminario della diocesi di Brescia, Marco Baresi, 38 anni, è stato arrestato dagli agenti della Squadra mobile che hanno eseguito un ordine di custodia cautelare emesso dal gip del Tribunale di Brescia. Le accuse per il sacerdote sono di violenza sessuale aggravata ai danni di un minore di 14 anni e detenzione di materiale pedopornografico. Lo riferisce l'Adnkronos. «STIAMO VERIFICANDO» - La diocesi per ora non commenta le presunte accuse di violenza sessuale su un minore. «Non abbiamo ancora letto le motivazioni dell’arresto - spiega il responsabile dell’ufficio diocesano per le comunicazioni, don Adriano Bianchi - stiamo verificando cosa è successo». Corriere della Sera 27 novembre 2007

Dalla parte (sbagliata) dei bambini di Rignano Flaminio

Nuovo

Due settimane fa, da altri lidi telematici mi sono ripromesso di intervenire nella sede più appro­priata, che è questa. Lo faccio nello spazio dei commenti riservati al discorso tenuto dall’ambasciatore FAO Roberto Baggio, in occasione della Giornata Mon­diale dell’Alimentazione. Intervengo in questo spazio perché tempo addietro, nel blog dell’omonimo sito, Roberta Lerici era venuta a lasciare un invito cordiale e accorato a quanti fra noi, ferventi frequentatori di quel sito, fossimo interessati ad accostarci alla dolorosa vicenda di Rignano Flaminio tramite una visita al presente blog. Ebbene, l’invito di Roberta, formulato con discrezione non priva di convinzione, se da un lato ha sortito presso alcuni di noi l’accostamento sperato, dall’altro è stato vissuto come una fastidiosissima intrusione –per giunta a fini di lucro- da qualcun altro. Lungi da me l’intento di en­trare in polemica personale con tale utente.

Vallo della Lucania: un film inchioda i pedofili

 Fonte: info Agropoli

 

Pubblicato Mercoledì, ottobre 18 @ 04:58:07 EDT da admin


Fin dai giorni dell’inchiesta su suor Soledad e le violenze nell’asilo degli orrori di Vallo della Lucania, la Procura aveva predisposto un sistema di telecamere-spie. Di qui anche i filmati che hanno portato al nuovo filone di indagini sulla pedofilia con la firma di 7 avvisi di garanzia notificati ad un muratore, ad un fotografo di Vallo della Lucania insieme al figli e altri soggetti che sono nel mirino della procura con i nuovi accertamenti.

Asilo Vallo della Lucania: Suor Soledad, accuse confermate

 ELISABETTA MANGANIELLO Vallo della Lucania.

Condividi contenuti