Bambini Coraggiosi - Il blog di Roberta Lerici

Perché è stato giusto sequestrare il libro di C. Cerasa “Ho visto l’uomo nero”

copertina-sistemata

di Roberta Lerici    

Perché il caso di Rignano Flaminio è diventato, suo malgrado, un caso mediatico. Il destino del caso Rignano, infatti, doveva seguire quelli di Cogne (a cui spesso viene associato solo per la “mediaticità”),  oppure di Erba, Garlasco e Perugia. E allora qual è la differenza rispetto agli altri casi? Che qui le vittime sono vive e parlano, anche se sono piccole e non sanno esprimersi ancora bene.

Nel pc di don Marco 600 file Recuperate le foto pedofile

L'inchiesta. Trovato nel computer del sacerdote il materiale cancellato  
Il legale,intanto, punta alla carta del Riesame contro la misura dei domiciliari 
 
Non è servita l'accortezza di cancellare tempestivamente tutti i file a fondo pornografico e pedopornografico. Un consulente incaricato dalla Procura di Brescia di scovare materiale sospetto nel computer di don Marco Baresi, il vicerettore del seminario vescovile Maria Immacolata arrestato due settimane fa per presunti abusi sessuali ai danni di un 14enne, ne ha individuati quasi seicento, e molti dei quali li ha pure recuperati.

Rignano, nuovo incidente probatorio per 3 bambini. Vietata la vendita del libro "Ho visto l'uomo nero"

 A richiedere ll'incidente probatorio al gip Elvira Tamburelli è stato il pm Marco Mansi, sollecitando accertamenti tecnici e di natura psicologica. E' stata intanto inibita la vendita del libro 'Ho visto l'uomo nero'. Secondo i legali, ''ripercorre la vicenda in modo fazioso e offensivo

Omicidio Parabita: bimbo conferma gli abusi

E’ finito intorno alle 13 l’ascolto protetto del bambino di Casarano che accusa Luigi Compagnone, il sarto di Parabita di 81 anni indagato per pedofilia. Il minore che ha risposto alle domande dell’incidente probatorio disposto dalla Procura, ha sostanzialmente confermato tutti i racconti fatti in precedenza. Gli stessi che il 5 novembre scorso hanno armato la mano della madre che per vendicarsi ha ucciso la moglie dell’indagato e ferito gravemente quest’ultimo. L’audizione che è stata condotta nel centro di cura e prevenzione per l’abuso e i maltrattamenti sui minori del vecchio ospedale psichiatrico di Lecce, è durata un paio d’ore. Il colloquio filmato è avvenuto alla presenza del gip Vincenzo Scardia, titolare dell’inchiesta per pedofilia e abusi sessuali a carico di Compagnone, e di uno psicologo.

Condividi contenuti